English French German Italian Portuguese Russian Spanish
Company Logo

Kata

alt

KATA

Eventskarate 08 novembre 2011
Salvatore Orlando
Il kata è costituito da una serie di tecniche e di movimenti prestabilite, come parate e attacchi, che raffigurano un combattimento reale con più avversari immaginari, attraverso un tracciato di esecuzione (Embusen).

 Il kata si svolge secondo un ordine preciso; con sincronia, ritmo, coordinazione, kimè, velocità, respirazione, direzione dello sguardo.Contrazione e decontrazione muscolare e kiai; elementi fondamentali del kata. Tutti i kata iniziano e finiscono con il saluto, questo significa espressione di rispetto di chi ci sta di fronte, il kata inizia con una difesa, questo significa che il karate è difesa è non offesa. Kata, letteralmente tradotto, vuol dire “Forma”, modello dello stile di arte marziale che si pratica. Nel budo ogni arte marziale ha i suoi kata. I kata sono l’anima del karate in quanto contengono tutte la tecniche che formano la disciplina stessa. Sono i legami lasciati dai Maestri che hanno creato queste tecniche attraverso pratiche e incontri personali di esigenze difensive ed esperienze spirituali. Conoscere molti kata in modo superficiale non ha senso. Nei tempi remoti si usava dire: ”Ito kata san men”, in quanto un kata veniva studiato per tre anni, per dare allo studente la padronanza della tecnica e per permettere di temprare il fisico. Lo Shodoka(calligrafo)crea l’arte sui fogli di carta col Sumi(inchiostro nero),proprio come il Budoka esprime la sua personalità con le sue tecniche. Quando si esegue un kata è necessario dimostrare un atteggiamento di determinazione nei confronti dell’ipotetico avversario. Bisogna concentrare il nostro “KI” fino all’ultima tecnica, rimanendo calmi, con la mente aperta; utilizzando il corretto uso della forza, dell’equilibrio, il corretto spostamento del corpo; il giusto grado di velocità con la respirazione adeguata. La classificazione dei kata fanno parte di due grande scuole di Okinawa, una è la scuola Shorin delle città di Shuri e Tomari e l’altra la scuola di Naha con la scuola Shorei. La scuola Shorin permette di acquisire velocità e agilità nello spostamento del corpo. La scuola Shorei accentua lo sviluppo muscolare per una potente muscolatura e studia la respirazione forzata. Entrambe le scuole sono utili in quanto temprano e disciplinano lo studente; l’una non è migliore dell’altra, perché entrambe seguono delle tecniche e una filosofia che non sono incluse in un solo kata.OSS!

 </span></p> <p><span style="font-size: small;"> 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Scuola Karate Roma



Sponsor

SoloArte_Karate_small.jpg

Powered by Joomla!®. Designed by: joomla 1.7 templates hosting Valid XHTML and CSS.