English French German Italian Portuguese Russian Spanish
Company Logo

bilancio più che lusinghiero per il 17° Eurocamp.

Cesenatico: bilancio più che lusinghiero per il 17° Eurocamp.

Eventskarate 26 giugno 2018

In chiusura, l’applaudito saluto ai 180 giovanissimi partecipanti del vicepresidente vicario della Fijlkam dottor Giovanni Morsiani.

 

Leandro Spadari

Venerdì 22 giugno u.s. si è svolta l’ultima giornata della seconda sessione settimanale dell’ Eurocamp 2018. Una giornata decisamente in controtendenza rispetto a tutte le altre in chiusura di esperienze similari, caratterizzate dal progressivo ed irrefrenabile salutare ed andar via di tutti i partecipanti (o quasi). Qui l’impegno motivato, costante e corale dei giovani e giovanissimi iscritti, in numero di circa 180, si è protratto sin quasi alle 19:00 di sera, senza soste e rallentamenti che non fossero quelli di massima previsti dall’organizzazione delle giornate.

Il programma si è avviato lunedì 18 u.s. con la consueta supervisione e coordinamento del professor Pierluigi Aschieri, dt nazionale del karate Fijlkam, che dopo un paio di giorni, però, si è dovuto accomiatare per gli impegni con la nazionale derivanti dalla partecipazione ai Giochi del Mediterraneo a Tarragona (Spagna), al cui esordio gli azzurri hanno già conquistato un oro (Silvia Semeraro) e tre bronzi (Sara Cardin, Viola Lallo, Jendoubi Rabii). In sua vece quindi nel rimanente periodo il maestro Giorgio Rainoldi, responsabile area tecnica dell’ Eurocamp, che nell’organigramma federale riveste il ruolo di componente della Commissione nazionale attività giovanile. Un compito non facilissimo, ma svolto con dedizione e bravura uniche. Ne è eco e conferma il commento espresso su Rainoldi da un rinomato ed autorevole tecnico di “lungo corso” presente a Cesenatico, Roberto Bacchilega, commento che ci piace riprendere per esteso: ”Alla sua indiscussa preparazione tecnica e scientifica unisce entusiasmo, empatia, forti doti motivazionali che spronano gli atleti; lavora seriamente e duramente con molta semplicità e con un’umilta’ che definirei uniche: un grande maestro!” Né è stato da meno l’apporto di tutti gli altri tecnici presenti,  ricordiamo nomi ad esempio come quelli di Donatella Maneo, Niki Mardegan, Antonio Citi, Maurizio Fecci, mentre per il kata in evidenza Jody Ciotti, anch’egli componente della Commissione nazionale attività giovanile, assieme al plurititolato azzurro Mattia Busato, che ha funto generosamente da modello prestazionale a tutto campo, non solo nel kata ma anche negli schemi motori di base sino all’avviamento alla preacrobatica.

Gli aspetti organizzativi e gestionali dell’evento sono stati curati con sperimentata capacità, sin dagli esordi dell’evento, dal maestro Carlo Maurizzi, direttore tecnico della Asd Sporting Village di Bologna, e dalla figlia Veronica, già azzurra di vaglio e responsabile in seno all’ Eurocamp di Cesenatico del settore arti marziali. Sotto il profilo mediatico i risultati sono stati molto soddisfacenti, grazie anche all’ importante e qualificata collaborazione con le competenti strutture del comune, e la notizia dell’ Eurocamp ha avuto ampia risonanza sui più diffusi quotidiani cartacei e su tutti i più conosciuti portali di cronache e sport, sia regionali che cittadini. Lo stesso Maurizzi ha tenuto a ribadire in conclusione:”Rispetto ad altre iniziative sparse sul territorio nazionale, che  comunque si sono ispirate alla nostra, essa rimane “il progetto” federale di formazione rivolto con metodologia innovativa e scientifica agli atleti delle fasce giovanili. Una scelta prioritaria e fondamentale, strategica direi, della cui validità sono sempre più convinto, alla luce anche dei risultati che si sono poi avuti negli anni in campo agonistico da atleti transitati negli anni per questa esperienza.” Per gli indubbi motivi appena detti, che fanno ben comprendere la rilevanza di tale manifestazione, sarebbe opportuno oltre che logico evitare per quanto possibile sovrapposizioni da parte di iniziative di carattere più locale, e focalizzate magari sui soli aspetti tecnico-agonistici.  

E’ da aggiungere poi che nel corso della prima settimana (10-17 giugno u.s.) si è avuta la gradita presenza dei rappresentanti delle federazioni nazionali di karate di Portogallo, Spagna, Francia, Polonia e Germania, grazie al fatto che l’Unione Europea, tramite l’ EACEA (Education, Audiovisual and Culture Executive Agency) ha cofinanziato il progetto di Cesenatico nell’ambito della misura finalizzata al finanziamento di progetti nel settore dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport, denominata Erasmus Plus Sport.

Chiusura formale dell’evento con il saluto del consigliere nazionale fijlkam lotta e vicepresidente vicario Giovanni Morsiani che ha saputo, pur al termine di una intensissima giornata, farsi ascoltare con attenzione dai giovani atleti, ricordando tra le altre cose la sua convinta condivisione del progetto, sin da presidente del Comitato regionale Emilia Romagna. Al termine del breve ma coinvolgente discorso, la gratificazione di uno spontaneo e  prolungato applauso. Forse è mancata la presenza di qualche rappresentante federale per il settore karate, ma a tutto c’è rimedio. Intanto lo spirito di iniziativa del maestro Carlo Maurizzi non conosce soste e già “vola” al prossimo seminario nazionale di gennaio 2019, sempre a Cesenatico, primo evento federale del nuovo anno…

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Scuola Karate Roma



Sponsor

karate_belt.jpg

Powered by Joomla!®. Designed by: joomla 1.7 templates hosting Valid XHTML and CSS.