alt

Pensieri…  

eventskarate 26 febbraio 2012

alt

Alessandro Tomasino

Aikido, kendo, judo, karate do , tae kwon do, anche i coreani usano “do” la via come mai l’hanno copiato dai giapponesi o coincide con la loro lingua?

Come mai nel Tae Kwon do non si avverte tutto questo chiacchiericcio tra antico, moderno, tradizionale , sportivo. Dati i comportamenti irrituali (vedi mancanza di rispetto tra praticanti, addirittura da maestri del rito….) penso che i karateka debbano rispettarsi a qualsiasi livello. Non tutti possono avere un buon maestro, non tutti hanno la stessa forza e la stessa intelligenza, la stagione sportiva dura poco tutti lo sanno, quindi per me chi indossa un karategi e saluta un tatami è degno di rispetto. Con buona pace dei sapientoni.

A volte prendere la borsa e andare in palestra indossare il karategi e’ una prova di volontà poi per gradi si arriva a tutto. La tensione a diventare sempre di più potrebbe togliere la tranquillità della pratica . Poi vorrei dire a chi parla male dello Shito Ryu che se uno stile è molto ricco non significa che è superficiale dipende dal tempo che si può dedicare ad approfondire e allargare la conoscenza. Lo sanno bene i maestri di Shito Ryu quanti kata esistono. Ogni maestro ha comunque i suoi kata praferiti (4 o 5 forse). Buona pratica a tutti.

Categories:

Tags: