alt

Stage con il Maestro Alberto Evangelista

eventskarate 29 febbraio 2012

alt

Di MARTINA ROSSI

“L’attesissima entrata del Maestro Alberto Evangelista nella Federazione Italiana Karate, non si sarebbe potuta celebrare al meglio se non con il memorabile stage che si è tenuto il 26 febbraio presso il PalaLouiss di Roma.

Un’affluenza straordinaria di atleti e appassionati di karate, assieme alla partecipazione di alcuni tra i più noti maestri della FIK, in un’atmosfera di amicizia e voglia di apprendere , ha trasformato questo appuntamento in una data storica per il karate e per il Goju Ryu.

Corroborato da un clima di intramontabile tradizione trasmesso dal grande Maestro Alberto Evangelista, questo stage non si è rivelato solo un evento agonistico e amatoriale, ma un vero e proprio incontro tra generazioni che hanno fatto la storia del Goju Ryu italiano.

Questa tappa, agognata dai praticanti dello stile Goju Ryu e non solo, dagli allievi diretti del Maestro e dalle nuove generazioni è stata determinante sotto molteplici punti di vista. Il Maestro Alberto Evangelista, IX dan e capo-stile di Goju Ryu in Italia, solo per citare una parte della sua enorme esperienza nell’ambito del karate, ha voluto trasmettere ai partecipanti dell’evento non solo una completezza e una perizia tecnica straordinarie attraverso lo svolgimento di kihon e kihon-ido in tutta l’articolazione dello stage, ma anche un metodo di allenamento tradizionale, improntato sui principi fondamentali dell’arte marziale, sull’essenza ancestrale che il karate preziosamente custodisce.

Con la collaborazione del Maestro Vitaliano Morandi, nome fondamentale all’interno della Federazione Italiana Karate nonchè diretto allievo del Maestro Alberto Evangelista, si è creato, quindi, un legame di stima e rispetto, un ponte tra allievi e maestri in un continuum di esperienze trasmesse ed apprese.

Durante tutto l’allenamento sono state mostrate ed eseguite le tecniche e le posizioni che meglio caratterizzano lo stile in un complesso di esecuzione vario e finemente articolato tra attacchi e parate, tecniche di gamba e rispettive applicazioni che al meglio palesano l’efficacia del movimento correttamente eseguito. Con la partecipazione di alcuni allievi che hanno avuto l’onore di eseguire le tecniche assieme al Maestro Evangelista ancor meglio si è ribadito il legame tra novità ed esperienza.

Inoltre sono state eseguite tecniche in coppia e in gruppo e infine l’insegnamento, rafforzato dal bunkai esplicativo, del “Taisabaki no kata” nato dagli studi del Maestro Evangelista.

In questo contesto è da ribadire ancora l’importanza di aver avuto l’occasione di conoscere un Maestro di una rilevanza eccezionale e di aver avuto la possibilità di apprendere e attingere dalla sua conoscenza del karate praticato e studiato ad un livello elevatissimo nel corso degli anni.

Questo appuntamento, che ha lasciato tutti con un bagaglio di esperienza in più e a molti un pizzico di emozione, è stato un salto nella tradizione alla riscoperta del karate osservato curiosamente come uno scorcio, ammirato con sguardo diverso in questa realtà che spesso lascia un pò in disparte, tra innumerevoli e densi impegni agonistici, le origini e l’essenza di una disciplina così affascinante.”

 

Categories:

Tags: