alt

 

IL C.S.CARABINIERI TAEKWONDO

CHIUDE IL 2007 ALLA GRANDE.

eventskarate 21 dicembre 2007

alt

 Di A. Bisio            

 

Sono passati circa due anni dall’apertura del taekwondo nelle fila del C.S. Carabinieri.

Un’avventura  iniziata e portata avanti con umiltà e sacrificio, specializzando tecnici e atleti provenienti dalla sezione karate per adattarli alle esigenze della nuova realtà. Un periodo quello già trascorso,  di allenamenti e di impegno dedicato alla tecnica nella sua interezza, alla conoscenza del regolamento arbitrale, evidenziando problemi a chi milita nel settore da molto tempo, e proponendo soluzioni su molti argomenti.

Altro passaggio importante è stato quello relativo alla ricerca degli atleti del karate idonei alla disciplina coreana (come si evince proprio dai vari avvicendamenti), alla formazione dei tecnici, all’attività che ha portato brillanti affermazioni in campo agonistico, collaborando con la FITA (federazione italiana taekwondo), fornendo, grazie all’incontro delle esperienze maturate nei due settori in molti anni di pratica, spazi e spunti per discussioni e riflessioni ad ampio margine.
Grazie ai risultati e soprattutto ai vertici di settore, M.llo Paolo Cadoli e il Brig.Capo Roberto De Luca questa disciplina in brevissimo tempo è salita ai primi posti delle Società Sportive della FITA, arrivando, oggi ad avere 5 tecnici e 6 atleti di primissimo piano.

Un importante risultato per un “giovane” e piccolo settore dell’Arma ideato e realizzato, dal maestro Roberto De Luca, coadiuvato dal fedele maestro Iuri Schiavoni, “ con lo scopo di agevolare lo Sport Nazionale in prospettiva Olimpica, l’obbiettivo è di dare maggior visibilità ai Carabinieri attraverso lo sport e le gratificazioni ad essa connesse”.

(De Luca)
Da quel lontano settembre del 2004 il taekwondo della benemerita è cresciuto, migliorato, si è evoluto, le richieste per l’arruolamento aumentano e, come voi sapete, il tutto è coordinato e regolamentato con decreti Ministeriali attraverso concorsi pubblici di Stato.

Successivamente la disciplina del taekwondo del C.S. Carabinieri ha sviluppato collaborazioni con associazioni sportive ed Organi di Stampa che hanno incontrato ed interagito con Dirigenti Sportivi ed Istituzioni, a prescindere dal colore ed il pensiero “politico”,  al solo fine dello scambio tecnico e di opinioni, sempre con spirito propositivo, spesso interagendo per informare sull’oggettivo stato dei fatti.
I Carabinieri hanno  ricevuto collaborazione soprattutto da parte della dirigenza della FITA, nelle persone del Presidente Park e del Segretario Generale Angelo Cito, prodighi nel dare il loro supporto sulle più diverse questioni quali ad esempio la collaborazione tecnica mettendo a disposizione dell’Arma  i migliori tecnici in assoluto.

Per fare due nomi su tutti nel combattimento, maestro Marcello Pezzolla e nelle forme il maestro Andrea Notaro.

Due anni di lavoro svolto con passione e professionalità al servizio dello Sport Nazionale.
Due anni di successi ottenuti grazie ai Carabinieri, D.Lanna, A. Calzola, S. Alfieri, M. Alviti, W. Maddonni, D. Dorazzi, E. Platania e C. Molfetta che durante questo periodo hanno seguito e sostenuto, i maestri De Luca e Schiavoni permettendo alla sezione di conseguire questi eccellenti risultati.
Ed ancora successi in vista, il 2008 che si prospetta pieno di soddisfazioni grazie anche agli impegni agonistici programmati ad aprile , Campionati Europei senior, non dimenticando la vetrina sportiva per eccellenza: le Olimpiadi che si terranno a Luglio.

 

Il maestro De Luca , “la parola d’ordine è osare, ma senza perdere d’occhio le nostre effettiveesigenze per non rischiare di imbatterci in progetti che possano farci sprecare energie inutilmente, che ci consentiranno di ottenere qualsiasi risultato prefissato con la perseveranza che ci contraddistingue. 

 In questi ultimi giorni dell’anno, sarà per me il momento della riflessione ma soprattutto di trarre le conclusioni di quanto ottenuto. 

Ovviamente un ringraziamento particolare va a tutti gli atleti, collaboratori per  l’impegno profuso al conseguimento di questo importante risultato, ottenuto in concertazione con la FITA.”  

Buon Natale e felice Anno Nuovo.

 

 

 

Categories:

Tags: